pixel facebook Smart Home e sicurezza informatica: siamo pronti al futuro?

ENERTIPS

Smart Home e sicurezza informatica: siamo pronti al futuro?

Questo articolo parla di:domotica, smart, tecnologia, smarthome, sicurezza

La Smart Home ti mette in tasca l’intera casa. Tra una partita di Candy Crush e le 85 notifiche dei gruppi Whatsapp, dal tuo smartphone potrai controllare i consumi di casa, far funzionare elettrodomestici, verificare il sistema di sicurezza e gestire diversi dispositivi elettronici. Gli italiani sono interessati a una casa sempre più intelligente, che offre efficienza e risparmio energetico, sicurezza, comfort abitativo. Vantaggi davvero innegabili.

La tecnologia delle case connesse sta trovando sempre maggior diffusione, ma non sono ancora tutti convinti. Tra i dubbi principali, la garanzia di sicurezza e privacy. Quali sono i rischi reali legati ai dispositivi per le Smart Home?

I rischi

In molti temono che una casa connessa significhi una grande quantità di dati sensibili personali a rischio. In realtà, i dati connessi hanno principalmente a che fare con l’utilizzo dell’impianto elettrico e probabilmente abbiamo molti più dati personali a rischio su uno smartphone connesso a una rete wi-fi pubblica. Un problema maggiore può, invece, essere quello dell’hackeraggio dei vari dispositivi dell’abitazione. Ma attenzione, perché il rischio non è maggiore di quello che si corre con altri sistemi informatici di quotidiano utilizzo.

Come proteggerla nostra Smart Home dagli attacchi dei pirati informatici?

L'acquisto

Purtroppo è vero che alcuni dispositivi hanno diverse falle nei firmware, poiché si cerca sempre più la semplicità di utilizzo, talvolta a discapito della sicurezza. Ma uno dei rischi principali rimane lo smartphone a cui convergono tutti i dati, che può essere rubato o manomesso. Per stare tranquilli è fondamentale scegliere bene i prodotti al momento dell’acquisto, seguendo i consigli di un esperto per rivolgersi al miglior produttore e scegliendo i dispositivi più recenti.


Ricordati delle password!

Allo stesso tempo è importante aumentare la sicurezza dei dispositivi domotici e degli Smartphone che utilizziamo per controllarli da remoto. Attenzione al router, che può essere la porta di accesso all’intera casa. Cambia la password di default del wi-fi e assicurati sempre che la versione del firmware sia la più recente.

È notizia recente che alcuni ricercatori siano riusciti a crackare il protocollo WPA2, necessario per proteggere il traffico dei dati via internet. Le case produttrici di software sono intervenute e hanno apportato le modifiche dovute e proprio per questo si ha un motivo in più per aggiornare sempre i nostri dispositivi.


Non dimenticare gli aggiornamenti

Per la protezione e la manutenzione dei sistemi di home automation esistono servizi cloud, con il supporto di uno staff tecnico competente. Infine, uno dei motivi per cui i sistemi domotici sono esposti a rischio è che non ci preoccupiamo a sufficienza di effettuare i dovuti aggiornamenti del sistema operativo.

In conclusione, se prestiamo semplicemente attenzione all’acquisto e alla gestione dei dispositivi, come dovremmo del resto fare con qualsiasi altro mezzo informatico, potremo godere serenamente di tutti i vantaggi di una casa intelligente.



Apri Nuovi Clienti