Accise per usi industriali

INFORMAZIONI ACCISA/ IMPOSTA ERARIALE DI CONSUMO USI INDUSTRIALI

 

Informazioni per la richiesta di applicazione dell’Accisa o Imposta Erariale di consumo  sul gas naturale  per gli usi industriali  prevista dall' Articolo 26 del D.L. 504/95 e successive modifiche e integrazioni.

Chi la può richiedere: possono presentare l'istanza i clienti con forniture per uso industriale e artigianale come meglio specificato sotto:  .

 

  • Per produzione di energia elettrica;
  • per attività industriali*, artigianali e agricole, in locali posti all'interno degli stabilimenti, dei laboratori e delle aziende in cui viene svolta l'attività produttiva.

 

*Si considerano compresi negli usi industriali gli impieghi del gas metano:

 

  • nel settore alberghiero
  • negli esercizi di ristorazione
  • nelle  case di cura o di riposo  gestite con fini di lucro
  • negli impianti sportivi adibiti esclusivamente ad attività dilettantistiche e gestiti senza fini di lucro
  • nelle attività ricettive alberghiere  svolte da istituzioni ONLUS finalizzate all'assistenza dei disabili, degli orfani, degli anziani e degli indigenti.
  • Per i consumi di gas metano destinati alla combustione in locali adibiti alla Distribuzione Commerciale
  • Negli enti ospedalieri e in tutte le altre strutture operative delle aziende dei servizi sanitari regionali

Non sono ammessi i clienti domestici e le forniture ad uso residenziale

Documenti da consegnare alla ENERcom per richiesta di applicazione Imposta Erariale usi industriali*

I documenti vanno inviati in originale presso:
ENERcom S.r.l.
Via Santa Chiara 9, 26013 Crema (CR)

 

·       Lettera di richiesta su carta intestata (ME 03)  scarica modello

·       Prestampato da compilare e firmare (ME 03) 

·       Originale del certificato di iscrizione della C.C.I.A.A. o autocertificazione (ME 03 All.4) scarica modello

 

·       Nel caso venga presentata l’autocertificazione, la stessa deve essere corredata dal documento d’identità del dichiarante e deve essere allegata una copia di visura recente.

·       Per le associazioni sportive dilettantistiche gestite senza fini di lucro è opportuno precisare che sono compresi nell’agevolazione non solo gli impianti sportivi propriamente detti (es. riscaldamento di palestre), ma anche gli utilizzi in tutte quelle strutture (es. docce, spogliatoi, uffici)  annesse al predetto impianto sportivo. Il legale rappresentante dei predetti organismi dovrà produrre apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà nel quale dovrà dichiarare che nella struttura si svolge, senza fine di lucro, attività sportiva esclusivamente dilettantistica (meglio se è presente una copia dell’autorizzazione del CONI) scarica modello

·        Per gli Enti morali e religiosi, associazioni volontarie e ONLUS, che utilizzano il gas metano in strutture ricettive finalizzate ad alloggiare soggetti orfani, disabili, anziani o indigenti, il legale rappresentante dell’istituzione interessata dovrà produrre apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà nella quale dovrà dichiarare che l’attività svolta è finalizzata all’assistenza delle categorie di soggetti individuati dalla norma scarica modello.

·       La validità del certificato della C.C.I.A.A. si intende di 90 giorni dalla sua emissione e, deve risultare sullo stesso, anche l’unità locale per la quale si richiede l’agevolazione.

·       In caso di Azienda artigiana, sul certificato o autocertificazione deve risultare il numero di iscrizione all’Albo Imprese Artigiane.

·       I mutamenti nell’impiego del gas e le modifiche dei locali, possono comportare l’assoggettamento in misura piena dell’imposta di consumo sul gas prelevato e pertanto si ricorda di comunicare tempestivamente ogni variazione riguardante sia gli impieghi del gas e dei locali ove viene utilizzato, sia la titolarità dell’Utenza (ES. cambiamenti di ragione sociale).

·       In caso di dichiarazioni non veritiere si è passibili di denuncie fiscali e penali.

·       L’applicazione della agevolazione decorrerà dal ricevimento, da parte dell’Azienda, dei sopraelencati documenti.

·       Nel caso siano previste dichiarazioni e/o autocertificazioni da parte del Legale rappresentante della ditta interessata, (per esempio impianti sportivi  o Enti assistenza anziani e/o disabili), le stesse devono essere corredate dalla copia del documento d’identità.

Forze Armate Nazionali

La legge finanziaria per l’anno 2008 all’art.1 comma 179 apporta modifiche all’art.17 del Testo Unico delle Accise ed alla relativa tabella A.

Con decorrenza 1° gennaio 2008 il gas naturale impiegato dalle Forze Armate nazionali come combustibile , è soggetto all’accisa di 0,01166 euro metro cubo.

Sono considerate forze armate nazionali: le forze militari dell’esercito (compresa l’Arma dei Carabinieri, la Guardia Costiera e le Capitanerie di Porto), dell’Aeronautica, della Marina e della Guardia di Finanza.

Il comma 180 stabilisce che su tali impieghi non si applicano l’addizionale regionale all’accisa e l’imposta regionale sostitutiva prevista per gli usi esenti.

L’Accisa per le forze armate viene applicata su richiesta scritta del comandante o del responsabile delle caserme/strutture interessate (questura, ecc).

Sono compresi anche gli alloggi di servizio in uso al personale, in questo caso è sempre il comandante a dichiarare l’uso per Forze Armate nella struttura/abitazione interessata e il titolare dell’alloggio deve richiedere l’applicazione dell’accisa. Le richieste devono essere fatte su carta intestata della struttura militare.

 

Esenzioni

Il Decreto Legislativo 26 del 2 febbraio 2007 ha introdotto la non applicabilità dell’Accisa sul gas naturale utilizzato per la riduzione chimica, nei processi elettrolitici, metallurgici e mineralogici classificati dalla CEE sotto il codice DI 26.

Per ottenere tale esenzione i Clienti devono presentare alla società fornitrice apposita istanza fornendo, con autocertificazione ai sensi degli art. 47 e 48 del DPR 445-2000, ed eventuale documentazione a corredo, tutti gli elementi necessari ad evidenziare i presupposti per l’esclusione dalla tassazione.

I Clienti che usano il gas in modo promiscuo, processo più riscaldamento, dovranno allegare inoltre una relazione, redatta da un esperto iscritto agli albi professionali, da cui risulti la percentuale di gas escluso dalla tassazione e quella del gas soggetto al altri regimi fiscali (accisa usi industriali).

richiesta esenzione industriali
ag.dogane-17D
nota4436

 

 

ENERcom s.r.l.
via S. Chiara, 9 26013 Crema (Cr) - info@enercomsrl.it
C.F. e P.IVA 01262680190 Cap. Soc. € 2.278.228,00 int. vers. R.E.A. CR n. 156093

Certificazioni e riconoscimenti