pixel facebook Stufette elettriche: come sceglierle?

ENERTIPS

Stufe elettriche: come sceglierle?

Questo articolo parla di:risparmioenergetico, risparmio, elettrodomestici, buonepratiche, classeenergetica

Conosciamo tutti quella sensazione di sconforto che si vive quando, una mattina di gennaio con temperature esterne ostili, ci si sveglia e ci si deve convincere a fare la doccia in un bagno dal clima decisamente inospitale. La soluzione per cui molti di noi optano? La tipica stufetta elettrica portatile. Chiaramente, anche se le stufe elettriche non sono il principale sistema di riscaldamento, molto spesso rappresentano la soluzione più semplice per scaldare secondo le proprie esigenze gli ambienti di casa. Ma attenzione, le stufe elettriche non sono tutte uguali e il loro funzionamento pesa sulla bolletta dell’elettricità. Quindi, come scegliere la stufa elettrica che fa per noi?

tazza caffe caldo

Scegliere la tipologia stufa elettrica

Esistono diverse tipologie di stufe elettriche, da distinguere in base al loro funzionamento e alla modalità di riscaldamento, a convezione o a irraggiamento. La tipologia più “vecchia” di stufa funziona riscaldando una resistenza elettrica, con un consumo elevato di energia. Più recenti sono le stufe alogene, che trasmettono calore attraverso delle lampade a risparmio energetico, e le stufe al quarzo, più veloci nel riscaldamento delle lampade e con consumi simili - o poco superiori - alle alogene. Queste stufe non hanno generalmente la potenza per scaldare ambienti eccessivamente grandi, ma diffondono il calore sia per convezione che per irraggiamento.

stufetta elettrica comfort

Fonte - De Longhi

Le stufe ad infrarossi sfruttano il fenomeno dell’irraggiamento e sono molto efficaci sui corpi solidi posti di fronte a loro, ma non l’aria di un ambiente. Offrono quella piacevole sensazione che si ha sulla pelle stando al sole, quando il clima non è ancora molto caldo. Al di là della tipologia, però è importante che quando scegliamo il modello di stufa che fa per noi, si valutino il tipo di ambiente da riscaldare e le sue dimensioni. 

Quanto costa una stufa elettrica?

risparmio casa

Il costo per le stufe elettriche è variabile e può partire da 10 fino a qualche centinaia di euro. Una stufa senza particolari funzionalità, ad esempio alogena, può costare sui 30-35 euro. I consumi di queste stufe sono variabili, ma generalmente i modelli più nuovi non superano gli 800 w/h. Quando stiamo valutando l’acquisto, è bene informarsi sui consumi specifici indicati dal produttore di quel modello e valutarne un ipotetico costo di funzionamento.


Cercare sempre il risparmio energetico

energia ecologica

Le stufe elettriche, soprattutto le più vecchie, sono caratterizzare da un consumo energetico elevato. Ma la sempre maggiore sensibilità al tema, ha fatto si che oggi si producano modelli di stufe elettriche intelligenti che permettono di evitare gli sprechi inutili. Un esempio di questa “intelligenza” è l’integrazione del termostato nell’apparecchio, che regola l’emissione del calore in base alla temperatura settata per una stanza, senza sprecare energia e calore in eccesso.

Quindi, se da qualche anno le bollette invernali risultano più alte del previsto, fai attenzione! Il piccolo "mostro-mangia-energia" potrebbe proprio  essere la cara vecchia stufetta che ti regala il tepore del bagno caldo ogni mattina. Valuta di sostituirla con un modello a risparmio energetico: risparmierai kilowattora e farai del bene all'ambiente!



Apri Nuovi Clienti