pixel facebook La creatività: l'ingrediente più importante per raccontare l'energia su Facebook

IL MERCATO DELL'ENERGIA

La creatività: l'ingrediente più importante per raccontare l'energia su Facebook

Questo articolo parla di:social, facebook

 “Whatever creativity is, it is in part a solution to a problem”

- Brian Aldiss

Quando in Acqua Liofilizzata, abbiamo raccolto la sfida di supportare la presenza di Enercom su Facebook, in tutta onestà, non avremmo mai immaginato che la creatività fosse l’ingrediente più importante per raccontare (sul social network maggiormente generalista mai esistito dai tempi del web 2.0!) un’azienda di Luce e Gas.

social network


Per raccontarvi questa storia, che passa per social, strategie e storytelling abbiamo bisogno di fare un passo indietro.

La percezione dell’utente

Provate chiedere alla vostra mente, qual è l’esperienza che avete ha vissuto e maturato negli ultimi anni, ripensando al vostro fornitore di luce e gas.

Ebbene sì, non vi affiorano alla mente immagini piacevoli quali comodità di una stanza illuminata, o del tepore dell’acqua della doccia al mattino. Ma fanno capolino temi quali bollette, conguagli, noiosi venditori telefonici, oneri, burocrazie.

Il canale

Aggiungiamo poi l’ingrediente sociale: Facebook, con la sua velocità, la propensione all'intrattenimento e alla leggerezza, e l’importanza della “leva emotiva” che fa contemporaneamente condividere agli utenti video di tenerissimi gattini o news (o fake news!) cariche di indignazione.

Enercom è un’azienda storica, con valori fondanti e strategie che spesso si discostano da molti competitor dello stesso settore. Ne sono esempi la fitta rete dei negozi sul territorio, la scelta di non operare marketing telefonico per acquisire nuovi clienti.

Come si può quindi, in un mercato dove chi rappresenti è vissuto come “il-Cattivo-Che-Manda-Le-Bollette?”, avere una strategia social efficace?

Ve lo raccontiamo in tre punti.


1. Kindness e Information First

In un contesto dove l’escalation è ad ogni angolo, la gentilezza e la positività devono necessariamente essere i principi attraverso i quali si costruisce ogni contenuto.

Di pari importanza nella progettazione di un calendario editoriale, è scovare quali sono le informazioni che possono essere utili all’utente per migliorare la sua esperienza di fruizione del servizio. Quali informazioni l’utente trova facilmente? Quali chiede di più? In questo modo il canale sociale, oltre ad un mezzo di promozione, risulta essere un prezioso strumento di conoscenza del proprio pubblico attivando delle strategie di miglioramento continuo cross-canale.

architettura informazione

 

2. Non siamo solo bollette

Energia, è tutto ciò che ci circonda. Questo ci permette di inserire nei contenuti un pizzico di intrattenimento e di raccontare tutte quelle attività dell’azienda che “producono energia”, al di là del metro cubo di gas. Un esempio su tutti? Le diverse attività sportive supportate da Enercom.

3. Informare intrattenendo

Spesso i temi strettamente legati al mercato delle utilities sono complessi. Si parla di oneri, di distributori, di Autorità, calcoli, percentuali e fasce.

La nostra sfida è far arrivare agli utenti questi temi, semplificando e rendendoli appetibili alle dinamiche di Facebook.


cavo magico enercom


Nascono così rubriche come il “Alla Ricerca del Cavo Magico”,  un racconto in episodi per spiegare il risparmio energetico ai più piccoli, o  il personaggio di Nonno Camillo che ogni mese si confronta con i suoi “Quesiti ElettroDomestici”: piccole domande di vita quotidiana che vanno dall’autolettura, all’ora migliore per programmare la lavastoviglie.

Concretezza, chiarezza, e quotidianità: contenuti in cui gli utenti possono riconoscersi e migliorare la propria esperienza, anche lontano dal web.

Apri Nuovi Clienti