L'ENERGIA NEL MONDO

Il mercato dell'Energia nel Mondo: i nuovi trend

Questo articolo parla di:energia, storage, mercato

Qual è lo scenario nel mercato dell’energia dei prossimi anni? Che si tratti di Internet, di acqua o di batterie, l’obiettivo è sempre quello: sostenere l’energia e l’ambiente. Come?

Il primo trend è il cosiddetto “Energy Storage” ovvero lo stoccaggio di energia. Si tratta di una sfida su scala globale: sperimentazione e nuove implementazioni si stanno facendo strada dall’Australia alla Germania, fino al Giappone; per tutti il filo conduttore è la capacità di innovazione. Nuove tecniche, nuovi processi, nuovi accumulatori sono costantemente testati al fine ottimizzare la “raccolta” di energia.

Il secondo trend è sul fronte delle energie rinnovabili. Sembra un mantra ormai usurato, ma il nostro pianeta ha veramente bisogno di una tregua ed è per questo che tutte le potenze mondiali stanno sempre più prendendo coscienza del ruolo strategico delle energie rinnovabili. Alcuni dati provenienti da ricerche di settore:

  • Il peso delle rinnovabili sulla domanda mondiale passerà dal 14% del 2014 al 19% del 2040.
  • Nel 2040, rappresenteranno 1/3 della generazione elettrica mondiale e il 44% della capacità installata
  • Dalla Cina proverrà 1/4 della nuova capacità installata entro il 2040, seguono Unione Europea, India e Stati Uniti
  • Nonostante la forte penetrazione di eolico e solare, la principale fonte di produzione da rinnovabili rimane l’idroelettrico
  • E’ previsto un aumento dei sussidi del 50% tra il 2014 ed il 2040 che consentirà una crescita consistente della generazione elettrica da fonti rinnovabili diverse dall’idroelettrico

Il terzo trend sarà una grande sfida ed è l’efficienza energetica. Le misure di efficienza energetica sono cruciali nel contenere ad un terzo l’aumento della domanda mondiale nel 2040.

Nei paesi OCSE, l’efficienza energetica riduce del 40% circa l’aumento della domanda di energia elettrica. Inoltre, assume grande importanza anche l’efficienza dei materiali: per i prodotti energy, un uso più efficiente ed il riutilizzo dei materiali hanno un potenziale di risparmio doppio rispetto a quello di misure di efficienza energetica applicate ai relativi processi produttivi.

L’investimento annuo in efficienza energetica si raddoppia lungo l’orizzonte di proiezione; nei prossimi 5 anni, i 2/3 dell’investimento si concentrerà in Nord America, UE e Cina; nel lungo termine, aumenterà in misura rilevante la quota di Cina e Nord America.

A tutto ciò, andrà ad aggiungersi che l’energia nucleare sarà in sofferenza sia negli USA che in Europa. Una netta riduzione dell’inquinamento è diventata una delle priorità politiche della Cina e anche gli Stati Uniti, sebbene stiano pesantemente mettendo in discussione gli accordi di Parigi, si sono comunque preparati per ridurre le emissioni. Una combinazione di pressione legislativa da un lato ed il calo dei costi dall’altro, va a sostenere la forte crescita anche delle tecnologie clean ed è in questa scia che avanza la rivoluzione LED.  Alla fine del 2014, l’illuminazione a LED aveva superato il 40% di penetrazione del mercato dell’illuminazione globale. Spinta dall’efficienza energetica, la rivoluzione continuerà come un treno in corsa. Sul 2018 si affaccia anche un’altra rivoluzione, per ora ancora in forma di fenomeno in crescita: si tratta di IOT, acronimo per Internet of things; è l’estensione di internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti come le soluzioni per la casa intelligente. Il mondo sta diventando sempre più ‘smart’ e connesso ogni giorno di più ed i nuovi orizzonti giocheranno un ruolo fondamentale.

Siamo pronti ad affrontare le nuove sfide?

Apri Nuovi Clienti